Betulla

13720
0

Betulla

La Betulla

Il nome di Betulla o Betula spp. quasi sicuramente proviene da “batula” o “batuere” che significa letteralmente battere, infatti nel passato dai rami della betulla si ricavano delle verghe.

La Betulla fa parte della famiglia delle Betulacee, di cui fanno parte anche il nocciolo e il carpino.

Dal tronco si stacca la scorza che è  di colore bianco e da luogo a grandi lamine papiracee.

In Fitoterapia le parti più usate sono le foglie, le gemme e qualche volta le radici.

Nelle foglie e nelle gemme della betulla è presente acido betulinico che ha un’azione antivirale, la betulalbina che ha azione diuretica e si usa per prevenire i calcoli renali, olio essenziale, acido nicotinico che è un potente vasodilatatore e acido tannico che ha un’azione antiossidante.

Le radici invece contengono la betulina, l’acido betulinico e la betulalbina.

Quindi la Betulla ha un’azione diuretica, ed elimina i calcoli dalla vescica e dai reni, disintossicante, antinfiammatoria, ipocolestrolemizzante, (riduce principalmente il colesterolo cattivo cioè LDL) e agisce anche abbassando i trigliceridi.

La Betulla può anche essere un ottimo rimedio nel trattamento dello scorbuto, in caso di nefriti e per prevenire gli attacchi acuti di gotta, facendo eliminare all’organismo l’acido urico in eccesso.

La Betulla sotto forma di estratto può essere anche utile in caso di sindrome premestruale e dismenorrea, nella prevenzione di calcoli renali, negli edemi degli arti inferiori da insufficienza venosa e linfatica  e nella cellulite.

Attenzione

In soggetti allergici all’aspirina, nell’  insufficienza renale e durante l’allattamento, non somministrare la Betulla.

Usi clinici della Betulla

  • Nell’Astenia: si somministra macerato glicerico 50 ggt diluite in poca acqua tre volte al giorno per 2 mesi
  • In tutte le  altre patologie  prima descritte: si somministra estratto analcolico concentrato di betulla 40 ggt  per tre volte al giorno per due mesi
  • Nella cellulite: si consiglia di bere 3 tazze di infuso al giorno per 2 mesi.
  • Nella caduta dei capelli: si consiglia di assumere macerato glicerico 70 ggt diluite in poca acqua una volta al girono.

Preparazioni  semplici della Betulla da preparare a casa

  • Infuso: si prendono 50 gr di foglie di betulla e si mettono in un litro di acqua calda, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato di sodio che distrugge le resine e fare riposare per 6/8 ore, quindi filtrare bene con un colino e bere
  • Decotto di gemme : si fanno bollire 100 gr di gemme di betulla in 700 gr di acqua e aspettare fino a quando l’acqua si riduce a 500 gr.
  • Decotto di foglie: si uniscono 20 gr di foglie di betulla con un litro di acqua fredda, fare bollire piano per circa 20 minuti, filtrare bene con un colino e bere.

Attenzione

Mettere sempre il bicarbonato di sodio

Prima di assumere la Betulla  consultare il proprio medico

Leggi l’e-book gratuito che ho scritto per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico  prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche

Bene  per questo articolo è tutto

Se vuoi lasciare un commento puoi liberamente farlo scrivendo nel Form che ti appare alla fine dell’articolo, oppure scrivi a

info@crescita-e-formazione.com

eupliorascuna@gmail.com

Un cordiale saluto

Salute e Benessere con le erbe medicinali

LASCIA UN COMMENTO