Cura della cellulite: la dieta

632
0
Cura della cellulite: la dieta

Cura della cellulite

La dieta

Un regime alimentare equilibrato ed uno stile di vita sano sono importantissimi per iniziare una terapia anticellulite, infatti una corretta alimentazione e uno stile di vita non sedentaria, attivano dei meccanismi che riescono a prevenire e a curare la pesantezza  ed i gonfiori agli arti inferiori, che come abbiamo detto nel precedente articolo, sono dovuti alla insufficienza circolatoria, linfatica e alla ritenzione idrica, che sono i principali sintomi della cellulite.

Chi fa una vita sedentaria va incontro a lungo andare a stipsi (stitichezza) e a ritenzione idrica, che attenzione, sono i primi segnali d’allarme di una sofferenza del microcircolo con conseguente formazione di cellulite; è consigliabile quindi, recarsi da un medico dietologo, ed iniziare a seguire un regime alimenatre, che sia allo stesso tempo, disintossicante per gli organi ed i tessuti, e principalmente per il fegato ed il rene, equilibrato,  che tenga quindi conto della quantità di proteine, grassi e carboidrati da introdurre nell’organismo, e, se proprio necessario anche ipocalorico, ma questo, è logico, solo un medico nutrizionista può consigliarlo: quindi, mai iniziare una dieta senza la consulenza medica.

Quando si inizia a seguire un regime alimentare corretto, bisogna sapere scegliere gli alimenti da introdurre, infatti bisogna stare attenti a quelli che favoriscono il ristagno di liquidi e quindi la ritenzione idrica; il sodio, per esempio, trattiene liquidi, con conseguente gonfiore dei tessuti (edema) e rinunziare ad un pò di sale da cucina, non significa assolutamente mangiare senza sapori, in quanto esso può essere sostituito da qualche altro aroma.

Molto importante, quando si inizia una dieta, è l’assunzione giornaliera di almeno un litro, o meglioo di un litro e mezzo di acqua oligominerale non gasata, questo perchè l’acqua ha un effetto disintossicante, ed aiuta l’organismo ad eliminare, mediante le urine le sostanze di scarto e quindi anche le tossine. Da eliminare invece gli eccessi i caffè, cioccolato, bevande alcoliche e fritture che  intossicano il fegato impedendo a questo nobile organo di eslpetare la sua funzione depurativa. Consigliata invece è l’assunzione di fibre alimentari, che favoriscono il transito del cibo a livello del lume intestinale, l’eliminazione delle scorie e riducono l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi a livello della mucosa dell’intestino.

LASCIA UN COMMENTO