Curarsi con la medicina dolce: couperose, crampi allo stomaco, depressione

929
0
Curarsi con la medicina dolce: couperose, crampi allo stomaco, depressione

Curarsi con la medicina dolce

Couperose

In cosmesi il termine couperose indica l’antiestetica iperemia della pelle delle  guance, che è dovuta ai  capillari eccessivamente diliatati.

Impacco di camomilla e di tiglio

Componenti:

  • camomilla 40 gr
  • tiglio 40 gr

Preparazione:

  • fare bollire un cucchiaio di camomilla e di tiglio in 1 litro di acqua per 20 minuti circa
  • lasciare riposare per altri 20 minuti
  • filtare bene
  • quando la pozione così preparata è ben fredda applicare sul viso sotto forma di impacchi
  • effettuare il trattamento fino a tre volte nell’arco della giornata

Impacco di carota

Composizione:

  • 2 carote

Preparazione:

  • grattuggiare le carote
  • applicare la polpa sul viso
  • lasciare in loco fino a quando la polpa non inizia a secacre
  • sciacquare bene con acqua fredda

Crampi allo stomaco

Infuso di tiglio, anice e valeriana

Componenti:

  • fiori di tiglio 10 gr
  • semi di anice 5 gr
  • radice di valeriana 5 gr

Preparazione:

  • mescolare bene le erbe
  • mettere un cucchiaio della miscela di erbe ottenuta in una tazza di acqua bollente
  • lasciare in infusione per circa 10 minuti
  • filtrare bene
  • bere tre tazzine nell’arco della giornata

Depressione

Infuso di valeriana, melissa, rosmarino, salvia e biancospino

Componenti:

  • radici di valeriana 15 gr
  • melissa 15 gr
  • rosmarino 10 gr
  • salvia 10 gr
  • fiori di biancospino 5 gr

Preparazione:

  • miscelare bene le erbe
  • mettere un cucchiao della miscela di erbe ottenuta in una tazza di acqua bollente
  • lasciare in infusione per circa 10 minuti
  • filtare bene
  • bere 2 tazze nell’arco della giornata e precisamente 1 al mattino ed una alla sera

Attenzione: nel caso di crampi allo stomaco e di depressione bisogna sempre avviasare il medico e mai agire di testa propria. I prodotti naturali sono senz’altro utili, ma non possono assolutamente sostituire i farmaci allopatici che in alcune gravi patologie devono essere considerati farmaci di prima scelta per la terapia.


LASCIA UN COMMENTO