Dimagrisci 4 chili in 30 giorni con la dieta macrobiotica

725
0

Vuoi scoprire anche tu la dieta macrobiotica e dimagrire senza avere problemi di salute? Più andrai avanti nella lettura di questo articolo, più ti renderai conto che dimagrire per te non sarà più un grosso problema

Dieta macrobiotica: dieta Yin e Yang per la salute e il benessere del corpo
Dieta Macrobiotica: Yin e Yang

Dieta macrobiotica

Introdotta in Europa negli anni 60 del secolo scorso, la dieta macrobiotica è un regime alimentare basato sul mantenimento dell’equilibrio di energie Yin e Yang, le due entità, che secondo la Medicina Tradizionale Cinese, sono presenti in tutti gli esseri viventi.

Yin e Yang nella medicina tradizionale cinese (alle cui leggi si rifà la dieta macrobiotica), sono due entità fondamentali dell’universo, opposte e complementari tra loro.

Esse si alternano in continuazione anche nell’uomo e uno squilibrio marcato di una forza a discapito dell’altra provoca disfunzioni ed eventuali disturbi più o meno gravi.

Questi principi si rispecchiano anche nella dieta.

Secondo la macrobiotica infatti, noi siamo quello che mangiamo.

L’influenza positiva o negativa dei cibi si riflette sul nostro stato di benessere, e adattando la dieta alimentare al proprio equilibrio psico-fisico, si ottiene il massimo del benessere.

Quindi se un soggetto ha una carenza di Yin, sarà utile seguire una dieta alimentare che reintegri questo tipo di energia.

Viceversa, una dieta Yang è utile per quel soggetto che evidenzia una mancanza di questa forza.

Sicuramente ti stai chiedendo come sia possibile programmare un piano di dimagrimento basato su questi principi?

Solo tenendo conto delle caratteristiche individuali, visto che Yin e Yang, tra l’altro, corrispondono a un certo tipo di persona, e della natura degli alimenti.

Esistono, infatti, nella dieta macrobiotica alimenti Yin e Yang, così come esiste anche una personalità Yin e Yang.

Comunque è difficile capire, da soli, a quale tipo di energia si appartiene, serve dunque, prima di affrontare una dieta macrobiotica, l’aiuto di un medico che sia esperto in Medicina tradizionale cinese, che esaminando le nostre caratteristiche individuali (fisico, costituzione, psiche, e problemi di salute) ci dirà con esattezza se abbiamo più bisogno di un regime alimentare Yin o Yang.

Attenzione quindi a chi ti affidi, no ai ciarlatani, no ai santoni inventati, ma solo a gente che ha studiato per anni la Medicina tradizionale cinese.

Introduzione alla dieta mactobiotica

La dieta macrobiotica non è tra le più facili e neanche tra le più “comode” da seguire.

Offre, tuttavia, un’ottima possibilità di depurarsi e liberare l’organismo dalle tossine e dai chili di troppo.

La cucina della dieta macrobiotica può sembrare a prima vista limitata e un po’ monotona, sia nel modo di cucinare che negli alimenti da scegliere.

In parte, questo, può essere vero, infatti molti prodotti comuni nella cucina occidentale sono esclusi e anche i condimenti sono abbastanza limitati.

I prodotti più usati nella dieta macrobiotica sono i cereali e i loro derivati.

Molto usati sono i legumi secchi, che si trovano nei negozi che vendono prodotti macrobiotici, e sono spesso di origine orientale, come per esempio gli azuki giapponesi (un tipo di fagioli di soia, piccolissimi, rotondi e di colore rossastro).

Tra i legumi possono essere anche usati i fagioli borlotti e i cannellini, purchè siano coltivati biologicamente.

I prodotti necessari per la dieta macrobiotica si trovano abbastanza facilmente nei negozi che vendono alimenti macrobiotici, che non sempre si trovano, soprattutto nelle piccole città.

In questo caso ci si può rivolgere alle associazioni di macrobiotica (sono reperibili su Internet), che sapranno certamente consigliare il centro di riferimento più vicino e più comodo da raggiungere.

La dieta macrobiotica richiede che i prodotti siano naturali, cioè coltivati con concimi naturali e senza l’aggiunta di additivi chimici: questa è una regola fondamentale per la macrobiotica.

Anche l’allevamento degli animali deve seguire gli stessi principi e non ricorrere ai mangimi da laboratorio.

Infine la conservazione dei prodotti non deve fare uso di additivi chimici.

Dai prodotti che sono utilizzati nella dieta macrobiotica sono esclusi coloranti, aromatizzanti, e tutti i processi di raffinazione.

Gli alimenti più utilizzati nella dieta macrobiotica

Nell’alimentazione della dieta macrobiotica al primo posto ci sono i cereali completi, che rappresentano l’alimento naturale numero uno.

Con i cereali si prepara il piatto base dei pasti.

Sono anche usati il riso, la pasta e l’orzo, perché sono molto energetici.

Oltre ai cereali nella dieta macrobiotica si mangiano anche molte verdure e legumi, che diventano condimento e parte integrante del piatto stesso.

Le verdure più usate sono le cipolle, i porri, i cavoli, le carote, le rape, il sedano, la scarola, e un  largo consumo è riservato al prezzemolo e all’aglio.

Alcuni vegetali però, come le patate, pomodori, melanzane, devono essere usati in modo molto limitato.

Anche le alghe, di cui si fa largo uso in Giappone, sono molto utilizzate nella dieta macrobiotica.

Tra quelle più usate ti ricordo:

  • Hiziki
  • Wakame
  • Kombu
  • arame

Tutti i piatti della dieta macrobiotica, sono conditi con oli naturali, come l’olio di sesamo, di girasole, di mais, di soia e anche olio d’oliva solo se è di prima spremitura a freddo e non raffinato.

Anche il “miso” è un condimento molto usato nella dieta macrobiotica, e si ottiene con farina di soia, orzo, riso e sale marino.

La bevanda che accompagna tutta la dieta macrobiotica è il tè, e ne esistono di diversi tipi:

  • il tè Bancha, che è il più utilizzato, è privo di teina ed è senza coloranti,
  • il tè Mu, che è ricavato da una miscela fatta con diverse erbe di montagna e con l’aggiunta di Ging-Seng

Altri prodotti molto impiegati nella dieta macrobiotica sono:

  • Il Seitan, un preparato di grano tenero, che può essere integrale o semi-integrale
  • Il Tamari che è una salsa di soia
  • Il Tofu che è un formaggio ottenuto dal caglio del latte di soia ed è simile al formaggio fresco

Prima di iniziare a scrivere della dieta macrobiotica è giusto che tu conosca, anche solo didatticamente, quali sono le caratteristiche principali della costituzione morfologica e della personalità Yin e Yang

Caratteristiche della persona Yin

Femminilità, sovrappeso, freddo, carnagione chiara, viso pallido, molti capelli, scarsa pelosità del corpo, sonno molto profondo, sensibilità alla luce, scarsa tonicità muscolare, poco attivismo.

La dieta macrobiotica Yin

La dieta yin è consigliata alle persone che hanno uno squilibrio energetico per carenza di Yin, e prevede un apporto di circa 1.100 calorie, facendo perdere in media circa quattro chili in 1 mese.

Le dosi sono indicative e non è necessario terminarle sempre a pasto.

Visto che la cucina macrobiotica si basa su una gamma relativamnete ristretta di cibi e abbinamenti, la dieta yin viene ripetuta con gli stessi alimenti, per due settimane.

Attenzione

Ti sconsiglio di seguire il programma dietetico della dieta yin per più di 14 giorni.

Se si apprezzano i benefici di questa “filosofia” del mangiare, si può comunque continuare a rispettare le regole della dieta yin, ma senza restrizione per quanto riguarda la quantità.

Menù della dieta macrobiotica Yin

Prima Settimana

Lunedi

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate in cui si spalma 1 cucchiaino di marmellata di mirtilli.

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone.
  • 1 piatto abbondante di riso cotto (circa due tazze) con carote.
  • Mezzo piatto di carote stufate
  • 1 tazza di tè bancha, senza miele, con una fetta di pane integrale

Break:  

  • 1 mela

Cena:

  • 1 piatto di minestrone di verdura
  • 4 cucchiai di azuki (fagioli)
  • 1 cucchiaio di alghe in salsa di soia
  • 1 tazza di tè bancha con una fetta di pane integrale

Martedi

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate in cui si spalma 1 cucchiaino di marmellata di mirtilli (come il primo giorno)

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone (come il primo giorno)
  • 1 piatto di minestrone con aggiunta di riso e carote
  • 1 cucchiaio di alghe
  • 2 finocchi o tre zucchine stufate
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • 1 mela

Cena:

  • 1 piatto di riso e carote
  • 4 cucchiai colmi di fagioli azuki, conditi con un cucchiaio d’olio d’oliva e alcune gocce di tamari
  • 50 grammi di ricotta
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Mercoledì

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate spalmate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone.
  • 60 gr di pasta integrale al pesto
  • 4 porri stufati
  • 1 mela cotta
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • 2 fette biscottate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Cena:

  • Zuppa di fiocchi d’avena ai porri
  • 1 porzione di soia verde con olio e tamari
  • 100 g di cavolo stufato con aceto
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Giovedì

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate spalmate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone o tamari
  • 1 piatto di miglio e zucca
  • 3 zucchine o due finocchi stufati
  • 1 coppetta di frutta cotta
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • Una mela

Cena:

  • Miglio con zucca
  • 2 sardine fritte con verdure
  • 1 porzione di rapa rossa tagliata finemente  con tamari
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Venerdì

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate spalmate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone o tamari
  • 1 porzione di minestrone di verdure
  • 1 cucchiaio di alghe e 50 gr di ricotta
  • 8/10 carote stufate
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • Una mela

Cena:

  • 1 porzione di insalata di carote crude con olive, prezzemolo, cipolla, olio e tamari
  • Tè con una fetta di pane integrale

 Sabato

Colazione:

  • 1 tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate spalmate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone.
  • 60 gr di pasta integrale al pesto
  • 4 porri stufati
  • 1 mela cotta
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • Una mela

Cena:

  • Miglio con zucca
  • 2 sardine fritte con verdure
  • 1 porzione di rapa rossa tagliata finemente  con tamari
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Domenica

Colazione:

  • Una tazza di tè bancha con mezzo cucchiaino di miele
  • 2 fette biscottate spalmate con un cucchiaino di marmellata di mirtilli

Pranzo:

  • 1 coppetta da macedonia di insalata mista, cruda, tagliata finemente, condita con un cucchiaino di olio ed alcune gocce di limone o tamari
  • 1 porzione di minestrone di verdure
  • 1 cucchiaio di alghe e 50 gr di ricotta
  • 8/10 carote stufate
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Break:

  • Una mela

Cena:

  • 1 porzione di insalata di carote crude con olive, prezzemolo, cipolla, olio e tamari
  • Tè bancha con una fetta di pane integrale

Ricordati che la dieta yin va ripetuta, dopo una settimana di pausa, per altri sette giorni.
Nelle 2 settimane di dieta yin gli alimenti e le quantità devono essere rispettate scrupolosamente.

Caratteristiche della persona Yang

Mascolinità, magrezza, loquacità, atleticità, colorito acceso, pochi capelli, pelosità accentuata del corpo, sonno leggero, occhi e capelli scuri, intraprendenza, scarsa sensibilità al freddo.

La dieta macrobiotica Yang

La dieta Yang è una dieta consigliata a chi ha uno squilibrio energetico per carenza di Yang.

Anche la dieta Yang prevede un apporto di circa 1.100 calorie e fa perdere circa 4 chili in 1 mese

Menù della dieta yang

Lunedi

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 1 piatto di riso con verdure
  • 2 cucchiai di fagioli Azuki
  • 1 mela cotta al forno
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale

Cena

  • 1 piatto di riso e azuki
  • 1 cucchiaio di alghe Kombu o Iziki
  • 2 acciughe sotto sale
  • 1 fetta di pane integrale
  • 2 cucchiai di carote stufate
  • Tè Mu

Martedì

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 1 piatto di riso con azuki
  • 6 carote stufate con alcune gocce di tamari
  • 2 acciughe salate
  • 1 fetta di pane integrale
  • Tè Mu

Cena:

  • 3 polpette di riso con alghe
  • 1 porzione di cavolo stufato con miso
  • 1 mela al forno
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se tostato

Mercoledì

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 60 g di grano saraceno con cavolo
  • Alghe Kombu al tamari
  • 1ciotola di soia condita con olio e tamari
  • 2 cipolle stufate al miso
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se tostata

Cena:

  • 100 g di crema di cipolle
  • 2 acciughe salate
  • 2 tartine di pane integrale con una salsa che comprenda miso, soia, prezzemolo e cipolla
  • 1 mela al forno
  • Tè Mu

Giovedì

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 60 g di grano saraceno con cavolo
  • 4 cucchiai di soia gialla
  • Alghe Kombu al tamari
  • 2 sardine fritte con pastella e con verdure
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se abbrustolita

Cena:

  • Crema di azuki
  • 2 acciughe salate
  • 1 fetta di pane integrale
  • 3 rape stufate
  • Tè Mu

Venerdì

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 60 g di pasta integrale al pesto
  • 3 rape stufate con tamari
  • 2 acciughe salate
  • 1 fetta di pane integrale preferibilmente tostata
  • Tè Mu

Cena:

  • 1 tazza di riso con prezzemolo
  • 2 cucchiai di azuki
  • 50 g di alghe kombu
  • 1 mela al forno
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se tostata

Sabato

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 60 g di grano saraceno con cavolo
  • 4 cucchiai di soia gialla
  • Alghe Kombu al tamari
  • 2 sardine fritte con pastella e cono verdure
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se abbrustolita

Cena:

  • Crema di azuki
  • 2 acciughe salate
  • 1 fetta di pane integrale
  • 3 rape stufate
  • Tè Mu

Domenica

Colazione:

  • Tè Mu
  • 2 fette biscottate integrali

Pranzo:

  • 60 g di pasta integrale al pesto
  • 3 rape stufate con tamari
  • 2 acciughe salate
  • 1 fetta di pane integrale preferibilmente tostata
  • Tè Mu

Cena:

  • 1 tazza di riso con prezzemolo
  • 2 cucchiai di azuki
  • 50 g di alghe kombu
  • 1 mela al forno
  • Tè Mu con una fetta di pane integrale meglio se tostata

Ti sconsiglio di seguire la dieta yang per più di due settimane in un mese.

Ripetere per altri 7 giorni la dieta yang, dopo avere seguito per una settimana le proprie abitudini alimentari.

Alcune regole da rispettare

Ti voglio dare qualche consiglio se ti accingi ad iniziare una dieta macrobiotica.

  • Il modo di masticare è d’importanza fondamentale nella dieta macrobiotica: questo non bisogna mai dimenticarlo. Infatti, è noto a tutti che la digestione e l’assimilazione di molti cibi inizia proprio nel cavo orale, e di questo la dieta macrobiotica ne fa tesoro.
  • Seguendo gli insegnamenti della dieta macrobiotica, si dovrebbe masticare ogni boccone da 30 a 50 volte: ciò sembra difficile, ma è solo questione di abitudine e di tempo. Masticando molto, si sviluppa calore e questo ci permette di estrarre tutta l’energia vitale dai cibi che stiamo consumando.
  • Nella dieta macrobiotica è importante che tu elimini lo zucchero e la pasticceria in genere, comprese le caramelle.
  • Elimina le bevande zuccherate, quelle conservate, quelle gassate, e quelle trattate chimicamente.
  • Elimina il caffè e usa il tè banca e il tè mu.
  • Cucina gli alimenti secondo le regole della cucina macrobiotica, cioè con oli vegetali e naturali e con acqua. Il sale deve essere quello marino.
  • Devi preferire per le cotture recipienti di coccio, di pirofila e scartare l’alluminio e mescolare i cibi con il cucchiaio di legno.
  • Mangia solo frutta, verdura e cereali non coltivati con concime chimico e antiparassitari.
  • Evita le proteine animali e sostituiscile con quelle vegetali.
  • Se sei costretta da problemi di salute preferisci le carni bianche e il pesce.
  • Evita lo zucchero raffinato e quello integrale di canna, perché la macrobiotica considera lo zucchero una delle sostanze più dannose per il nostro organismo.

Conclusioni

Bene, queste che hai letto sono le due diete macrobiotiche che ti propongo.

Scegli quella più adatta  a te (Ying o Yang) e segui scrupolosamente le indicazioni che ti ho dato.

Vedrai che in pochi giorni inizierai a perdere peso e potrai finalmente ritrovare la serenità.

Se hai trovato quest’articolo interessante, perché non lo condividi con gli amici dei Social Network in cui sei iscritto?

Saranno felici di ringraziarti per avere dato loro delle valide informazioni sulla dieta macrobiotica.

Se vuoi notizie dettagliate sui rimedi naturali utilizzati in caso di ascesso dentale puoi leggere quest’altro articolo che ho scritto sul blog.

Un saluto,

Dieta MacrobioticaP.S.: Vuoi scoprire come sconfiggere le tue patologie più ricorrenti e vivere finalmente in perfetta salute? Scarica subito i 3 ebook gratuiti che ho preparato apposta per te.

Beh, corri subito a scaricarli e approfitta di questa offerta gratuita finché la lascerò disponibile.

Ti basterà compilare un semplice modulo e riceverai automaticamente gli ebook nella tua casella di posta elettronica.

Salva

Salva

Salva

LASCIA UN COMMENTO