Disturbi delle vene: emorroidi, flebite, varici degli arti inferiori

2498
0
Disturbi delle vene: emorroidi, flebite, varici degli arti inferiori
Disturbi delle vene: emorroidi, flebite, varici degli arti inferiori

Disturbi delle vene

Emorroidi

Le emorroidi sono dovute alla dilatazione e alla fuoriscita delle vene dell’ultimo tratto dell’intestino retto.

Le emorroidi sono favorite dalla stitichezza cronica, dalla vita sedentaria e dall’obesità.

La terapia consiste principalmente nel regolare la dieta alimentare evitando di mangiare troppo e scartando i cibi che producono infiammazione come i salumi, i condimenti piccanti e le bevande alcoliche.

Inoltre il dolore provocato dalle emorroidi può essere alleviato facendo uso di creme, pomate o unguenti da applicare localmente.

Un ottimo rimedio per le emorroidi infiammate sono le fumigazioni alla camomilla da ripetere parecchie volte al giorno: mettere 2 manciate di fiori di camomilla in un bidet e versarci sopra 3 litri di acqua bollente, sedersi sopra il vapore e coprirsi con un’asciugamano, lasciare che i vapori di camomilla facciano il loro benefico effetto per circa dieci minuti.

Per le emorroidi sanguinanti bisogna invece preparare  unn decotto di nocciolo delle streghe: fare bollire un cucchiaino di corteccia o di foglie della pianta in una tazza di acqua per 3 minuti, lasciare riposare per 10 minuti, filtare bene e bere una tazza al mattino ed una alla sera . E’ importante comunque sapere che le emorroidi interne esigono di solito l’asportazione, soprattutto quando sono la causa di disturbi locali insopportabili e di ripetute emorragie.

Flebite

La flebite è’ l’infiammazione di una o più vene che può dar luogo ad embolia polmonare.

La flebite si manifesta con dolore ed impotenza funzionale dell’arto colpito, febbre ed ingrossamneto della zona ammalata: vista la gravità della patologia bisogna sempre consultare il medico curante ed affidarsi alle cure mediche.

Per curare la flebite è necessario assoluto riposo a letto per un mese o più a seconda della gravità del caso e la somministrazione di anticoagualnti per eliminare i grumi che ostruiscono le vene.

E’ anche buona regola mangiare molto limone per fluidificare il sangue. Anche la fitoterapia ci da una valida mano di aiuta nella terapia delle flebiti:

  • Fare degli impacchi tiepidi con semi di lino: fare bollire 50 gr di semi di lino in tre litri di acqua per 20 minuti, lasciare intiepidire e usare il decotto per fare degli impacchi sulle zone in cui è presente la flebite.
  • Molto efficace è anche il decotto di calendula: fare bollire per 5 minuti 20 gr di calendula in mezzo litro di acqua, lasciare riposare per qualche minuto, filtrare bene e bere due tazzine al giorno oppure applicare esternamente sotto forma di impacchi.

Varici degli arti inferiori

Le varici sono delle dilatazioni venose che insorgono maggiormente in una età compresa fra i venti e i quarantacinque anni; esse sono favorite dallo satre a lungo in piedi, fermi nella stessa posizione, dalla stipsi cronica, dalla gravidanza e dagli indumenti che stringono gli arti inferiori.

Notevoli benefici nella cura delle varici si ottengono evitando la stazione eretta, osservando periodi di riposo con gli arti inferiori sollevati al di sopra del tronco ed indossando vari tipi di calze elastiche.

  • Buoni risultati si ottengono anche massaggiando le gambe dal basso verso l’alto con un preparato a base di erbe medicinali: 2 manciate di edera rampicante, 1 manciata di prezzemolo, lasciare macerare le erbe in un litro di acqua bollente per 48 ore circa, filtrare bene e conservare il tutto in un recipiente di vetro.
  • Altro ottimo rimedio è l’infuso di ruta: versare una tazza di acqua bollente sopra un cucchiaino di ruta, lasciare riposare per circa 15 minuti, filtrare bene e bere una tazza 3 volte al giorno e proseguire per parecchie settimane.


LASCIA UN COMMENTO