Dolore cervicale: ritrova il tuo benessere

881
0

Dolore cervicale: ritrova il tuo benessere

Dolore cervicale

Ritrova il tuo benessere

Quando è presente il dolore cervicale è giusto evitare il movimento perché provoca dolore oppure è bene fare ginnastica?

Prima di rispondere a questa delicata domanda vediamo alcuni accorgimenti di base da seguire.

La colonna cervicale, costituita da sette vertebre che formano la struttura ossea del collo, è il segmento più mobile della colonna vertebrale.

Essa infatti consente movimenti di flessione, estensione, rotazione, inclinazione e circonduzione.

Se il tratto cervicale della colonna si osserva lateralmente, normalmente esso forma una curvatura rivolta verso il dietro che viene chiamata lordosi.

Il primo tratto della colonna vertebrale è quindi quello che più facilmente è soggetto a tensioni, dolore cervicale, movimenti inappropriati e posture che non sono corrette.

Riconoscere i sintomi

Il dolore cervicale può presentarsi in modo acuto oppure lento e piano piano aumentare.

Nel primo caso la persona lamenta un dolore cervicale improvviso e violento in una ristretta zona della nuca che impedisce in genere una rotazione del corpo o verso destra o verso sinistra.

Questo dolore è accompagnato a volte, da forte nausea oppure, più di rado, da vertigine, ronzio auricolare  e agitazione.

Nel secondo caso, quando l’insorgenza è lenta, il dolore cervicale è sordo ed è localizzato in un tratto cervicale della colonna  e provoca dolore, per esempio, guardare in alto o indietro (come nelle manovre di retromarcia in auto).

Talvolta ogni movimento del collo fa male e il dolore cervicale può scomparire e ricomparire a brevi intervalli senza un riferimento preciso, oppure essere silente per molto tempo per poi riacutizzarsi improvvisamente.

Una variazione del dolore cervicale è la cervico-brachialgia, una sofferenza irradiata all’arto superiore fino alla mano.

Il dolore può essere persistente o presente solo durante alcuni movimenti, ed è aggravato nella posizione supina mentre e attenuato in altre posizioni, come per esempio  ponendo le mani dietro la nuca.

Spesso il dolore cervicale ha origine da posizioni viziate che si assumono durante il giorno o durante il sonno.

Per salvaguardare il collo da questi problemi è necessario adottare posture adeguate.

La testa va mantenuta in posizione verticale durante la lettura.

In chi trascorre parecchie ore seduto alla scrivania o al pc sono utili le sedie ergonomiche con supporto cervicale, per ridistribuire le forze della colonna e mantenere il rachide cervicale in posizione corretta.

Leggi l’e-book gratuito che ho scritto per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche

Bene  per questo articolo è tutto

Se vuoi lasciare un commento puoi liberamente farlo scrivendo nel Form che ti appare alla fine dell’articolo, oppure scrivi a

info@crescita-e-formazione.com

eupliorascuna@gmail.com

Un cordiale saluto

Salute e Benessere con le erbe medicinali

LASCIA UN COMMENTO