Risolvi anche tu i sintomi della fibromialgia! Ti dirò le soluzioni naturali più efficaci

1635
0

Immagina quanto saresti felice senza avere più quel forte dolore e quella maledetta frustrazione della fibromialgia che ti tormentano la vita ogni giorno!

Fibromialgia: scopri come alleviare il dolore con i rimedi naturali
Fibromialgia: scopri come alleviare il dolore con i rimedi naturali

Se anche tu, come tante altre persone, soffri di fibromialgia, probabilmente sai già che non esiste una vera cura.

Infatti, sia i farmaci utilizzati dalla medicina ufficiale, sia i rimedi naturali tendono più che altro a curare i sintomi legati a questa patologia.

Qualche mese fa una signora affetta da fibromialgia, assidua lettrice del blog, mi ha inviato un’email che riporto in questo articolo, escludendo logicamente, per deontologia medica, il suo nome e il suo cognome.

Leggi con attenzione quello che mi ha scritto:

Sono una signora di 50 anni e soffro di fibromialgia da quando ne avevo 40. Non mi sento assolutamente depressa, ma ho una perenne frustrazione che mi porta a essere triste in ogni momento della mia giornata.

Sa dottore perché mi sento frustrata?

Perché la mia mente è molto attiva per il lavoro che svolgo, mentre il mio corpo non risponde come dovrebbe e presenta dolori fortissimi oltre ad altri sintomi associati.

L’esercizio fisico, purtroppo, mi ha aiutato ad avere un po’ di sollievo solo all’inizio, ma ora mi fa stare ancora più male.

Prima ero una persona molto attiva, facevo yoga, mi piaceva ballare e cantare.

Ora purtroppo mi è difficile camminare in casa anche da una stanza all’altra.

Questa malattia l’ho vista avanzare piano piano e noto, purtroppo, che peggiora con il tempo, infatti, ho letto che non si guarisce.

Ho iniziato a presentare i primi sintomi di fibromialgia quando ero più giovane, poi è sparita, ma è ritornata in modo più grave dopo i quarant’anni.

Solo provando il dolore e lo stato d’infermità che la fibromialgia provoca, si può davvero capire quello che soffrono i pazienti tutti i giorni.

I farmaci antidolorifici non mi aiutano e mi causano effetti collaterali insopportabili”.

Ecco cosa ho fatto

Dopo avere letto questa email, ho invitato la signora a venire al mio studio e dopo quasi 1 mese si è fatta accompagnare da suo figlio e mi è venuta a trovare.

Dopo averla attentamente visitata, le ho prescritto degli esami diagnostici da eseguire.

Quando ebbi la certezza che si trattava di fibromialgia, chiesi alla paziente se era d’accordo nel seguire una terapia a base di prodotti naturali, che le avrebbero almeno alleviato il dolore.

Lei fu d’accordo e così preparai una scaletta terapeutica specifica per il suo problema.

Ci saremmo quindi sentiti dopo 1 mese e rivisti per un controllo dopo 2 mesi per sapere il risultato della terapia.

Bene, con mia grande gioia la Signora finalmente era migliorata, il dolore si era ridotto d’intensità, riusciva a camminare e i rimedi naturali che le avevo prescritto non davano effetti collaterali.

Ma che cosa accadrebbe se il dolore dovuto alla fibromialgia lo avessi tu?

Sicuramente già tu sai come sia utile ed efficace avvalersi dei rimedi naturali e come si possano curare alcune patologie senza ricorrere ai farmaci che la medicina ufficiale impiega.

Perfetto, se sei stanco del dolore della tua fibromialgia e vuoi alleviarlo in breve tempo, leggi quest’articolo fino alla fine, perché tra poco scoprirai anche tu quali sono i rimedi naturali più utilizzati.

Ma vediamo prima cos’è la Fibromialgia

La fibromialgia è una sindrome muscolo-scheletrica causa di dolore e affaticamento.

Questa patologia in Italia colpisce circa 1.5-2 milioni di persone, soprattutto di sesso femminile.

La fibromialgia è caratterizzata da dolore muscolare cronico diffuso associato a una particolare rigidità nei movimenti e con indici d’infiammazione nella norma.

Infatti, a essere colpiti sono soprattutto i muscoli e i tendini e, nonostante assomigli a una patologia articolare, non si tratta di artrite e nemmeno causa deformità delle articolazioni.

Prevalentemente interessati sono la colonna vertebrale, le spalle e il cingolo pelvico.

Oltre ai due sintomi principali, che sono dolore e stanchezza, molte altre manifestazioni cliniche possono far parte del quadro sintomatologico della fibromialgia.

Infatti, i sintomi più spesso riferiti dai pazienti sono la sensazione di rigidità generalizzata o localizzata al dorso o a livello lombare, che avviene soprattutto al risveglio, ma anche se si resta per qualche tempo fermi nella stessa posizione.

Anche i disturbi del sonno sono annoverati tra i sintomi, infatti, viene considerata specifica della fibromialgia la cosiddetta “anomalia alfa-delta”, cioè non appena viene raggiunto il sonno profondo, caratterizzato da onde delta all’elettroencefalogramma, si ha un brusco ritorno verso il sonno “superficiale”, caratterizzato da onde alfa.

Altri sintomi della fibromialgia riferiti dai pazienti sono mal di testa o dolore al volto, acufeni, disturbi gastrointestinali, disturbi urinari, dolori mestruali, alterazioni della temperatura corporea, depressione e ansia.

Le cause sono ancora sconosciute, e fino a questo momento si ipotizza che siano legate a:

  • alterazioni a livello dei neurotrasmettitori,
  • squilibri ormonali,
  • alterazioni del sonno,
  • stress

Come fare diagnosi di fibromialgia

La diagnosi prevede la presenza di dolore diffuso e particolarmente rilevante in punti specifici sollecitati dal medico (tender points = punti dolorabili) che sono simmetrici su entrambi i lati del corpo:

  • alla base del cranio,
  • alla base del collo,
  • in cima alla spalla,
  • fra la clavicola e la spina dorsale,
  • sulla cassa toracica,
  • sul bordo esterno dell’avambraccio,
  • nella parte superiore dell’anca,
  • nella parte alta dei glutei,
  • sul ginocchio.

Quando alla palpazione 11 su 18 punti risultano sensibili, si parla con ragionevole sicurezza di fibromialgia.

Essendo la dolorabilità dei tender points variabile da un giorno all’altro, talvolta si arriva alla diagnosi anche in assenza di 11 punti verificati.

Non esistono esami di laboratori specifici, ma sono normalmente richiesti per escludere altri tipi di patologie in grado di provocare disturbi simili come nel caso di ipotiroidismo, cioè quando la tiroide non riesce a produrre ormoni tiroidei in quantità sufficienti a far funzionare il metabolismo del nostro corpo.

I rimedi omeopatici consigliati in caso di fibromialgia

  • Actaea racemosa 5CH
  • Arnica 5CH
  • Rhus toxicodendron 5CH

Actaea racemosa 5CH

Questo rimedio omeopatico è somministrato in caso di fibromialgia con dolori intensi nella parte centrale dei muscoli che peggiorano di notte, con il freddo e, nelle donne, durante le mestruazioni.

Assumi 3 granuli 2-3 volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi.

Arnica 5CH

E’ somministrata quando il dolore della fibromialgia è caratterizzato da un senso di indolenzimento intenso, simile a quello che si presenta dopo una passeggiata in montagna.

Somministra 3 granuli 2-3 volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi.

Rhus Toxicodendron 5CH

Quando la fibromialgia si presenta con dolore ai muscoli anche quando si sta fermi, che peggiora con il primo movimento e che migliora con un po’ con il calore e il movimento continuato, in questo caso ti consiglio di utilizzare Rhus Toxicodrendron.

Prendi 3 granuli 2-3 volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi.

I rimedi di Fitoterapia consigliati nella Fibromialgia

  • Estratto di semi d’uva (vitis vinifera)
  • Artiglio del diavolo (harpagophytum procumbens)
  • Corteccia di salice bianca (salix alba)
  • Ginkgo (ginkgo biloba)
  • Erba di san Giovanni (hypericum perforatum)

Estratto di semi d’uva

Dai semi dell’uva, è estratto un forte antiinfiammatorio e antidolorifico chiamato proanticianidina, che è utilizzata per curare la fibromialgia. E’ utile poiché inibisce le infiammazioni e il dolore.

Assumi da 50 a 300 mg al giorno, ti consiglio di iniziare la terapia con dosi a decrescere.

Artiglio del diavolo

Ha forti proprietà antiinfiammatorie e antidolorifiche.

Ti consiglio di assumere fino a 800 mg al giorno. Fai attenzione perché questo rimedio non è indicato per donne in gravidanza e persone con ulcera gastrica o duodenale.

Corteccia di salice bianca

E’ un potente antidolorifico e grazie al suo contenuto di salicina è un ottimo antiinfiammatorio.

Puoi assumere fino a 6 capsule da 400mg al giorno, o fino a 3 tazze da tè d’infuso al giorno (1 cucchiaio di polvere di corteccia in una tazza di acqua riscaldata e lasciare in infusione per 15 minuti).

Ginkgo biloba

È la più famosa erba medicinale con proprietà antiossidanti, porta ossigeno ai muscoli sotto stress e inibisce lo stato infiammatorio.

Somministra massimo 180 mg al giorno.

Erba di san Giovanni

E’ molto utile per curare i disturbi d’insonnia conseguenti alla fibromialgia.

Ti consiglio di assumere fino a 900 mg al giorno.

Attenzione

Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente. Si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

Bene, questi sono i rimedi naturali che ti avevo promesso.

Ora tocca a te, scegli con attenzione il rimedio omeopatico più adatto al tuo caso e associalo a uno dei rimedi di fitoterapia che ti ho descritto.

Segui scrupolosamente le indicazioni che ti ho dato e mi raccomando di essere costante.

Bene, se hai trovato quest’articolo interessante, continua a seguire il blog: ti comunicherò sempre utili e precise informazioni sulla medicina naturale e sull’utilizzo dei suoi rimedi.

Ti do appuntamento al prossimo articolo,

Fibromialgia: scopri come alleviare il dolore con i rimedi naturaliP.S.: Vuoi scoprire come sconfiggere le tue patologie più ricorrenti e vivere finalmente in perfetta salute? Scarica subito i 3 ebook gratuiti che ho preparato apposta per te.

Beh, corri subito a scaricarli e approfitta di questa offerta gratuita finché la lascerò disponibile.

Ti basterà compilare un semplice modulo e riceverai automaticamente gli ebook nella tua casella di posta elettronica.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

LASCIA UN COMMENTO