Il cervello e la memoria: le piante utili parte 7^

516
0
Il cervello e la memoria: la Sequoia
  • Rosmarino: è utilizzato in caso di stress, ipotensione, diminuzione dell’attenzione e della memoria. Le parti utilizzate sono le foglie, le gemme, l’olio essenziale:
  1. versare in una tazza di acqua calda un cuicchiaino di foglie spezzettate, lasciare riposare per 10  minuti circa, poi filtrare bene e bere 1-3 tazze al giorno oppure
  2. porre una goccia di olio essenziale su un fazzoletto e aspirarne l’aroma
  • Salvia: è impiegata per risvegliare l’attenzione e nella diminuzione della memoria. Le parti utilizzate sono le foglie, le sommità fiorite e l’olio essenziale:
  1. assumere tintura madre 25 gocce diluite in poca acqua 3 volte al giorno per 2 mesi, interrompre poi il trattamento per 15-30 giorni e ripetere oppure
  2. porre una goccia di olio essenziale su un fazzoletto e aspirare l’aroma.
  • Sequoia: è utilizzata nella perdita di memoria nel soggetto anziano e come stimolante delle funzioni sessuali. Le parti utilizzate sono le gemme:
  1. assumere il macerato glicerico 30-50 gocce 2-3 volte al giorno.
  • Verbena: è utilizzata negli stati d’ansia lieve, nello stress, nelle forme di astenia, nei cali di memoria e dell’attenzione. Le partiu utilizzate sono le parti aeree e l’olio essenziale:
  1. assumere tintura madre 40 gocce diluite in poca acqua 3 volte al giorno per 2 mesi, se necessario ripetere il trattamento dopo 1 mese di interruzione oppure
  2. porre 1-2 gocce di olio essenziale su un fazzoletto e odorare.


LASCIA UN COMMENTO