Il diabete e la terapia con insulina parte 3

1010
0

Il diabete e la terapia con insulina

Insulina

La terapia del Diabete

L’obiettivo delle iniezioni di insulina è quello di fare in modo che l’organismo reagisca come reagirebbe all’insulina naturale che secerne il pancreas. I pazienti che hanno bisogno di iniettarsi insulina usano spesso una combinazione di insulina ad effetto rapido e ad effetto lento, per fare in modo che la reazione dell’organismo sia più simile possibile a quello naturale e che il livello di glucosio nel sangue si mantenga normale.

Il pancreas secerne insulina costantemente, non solo mentre si mangia. Gli adulti producono approssimativamente una unità di insulina ogni ora, questa insulina viene chiamata insulina basale. Come risposta invece alla digestione degli alimenti assunti, il pancreas secerne insulina in 2 fasi:

  • La prima secrezione si ha circa 15 minuti dopo aver iniziato a mangiare, come reazione all’aumento di glucosio nel sangue.
  • La 2ª fase, durante la quale il livello di glucosio si adegua esattamente al cibo ingerito complessivamente, è più lenta ed inizia dopo un’ora e mezza o 3 ore.

L’educazione al diabete è evoluta molto negli ultimi anni, a cominciare dalla spiegazione del processo sin dal momento stesso della diagnosi, che porta a capire ed accettare meglio l’insulina, sdrammatizzando il cambiamento e accettandolo come un’ulteriore tappa della cura del diabete.

Oltre al controllo della glicemia con il glucometro, da effettuare più volte al giorno, un altro metodo per sapere se il diabete è sotto controllo è quello di eseguire l’analisi dell’emoglobina glicosilata o HbA1c.

Si può effettuare tranquillamente presso un qualsiasi centro di analisi e può dare un’esatta valutazione del livello di controllo del diabete durante i 23 mesi antecedenti la data del prelievo.

Ogni abbassamento dell’ HbA1c ottenuto è collegato ad una diminuzione del rischio di complicanze della malattia: infatti già abbassando dell’8 o del 7% l’emoglobina glicosilata, si ridurranno i rischi di andare incontro a complicazioni del 35%.

Ma come si capisce di avere bisogno dell’insulina? E come iniziare ad usarla?

La società scientifica europea (EASD) ha stabilito che si deve consigliare di cambiare il trattamento per il diabete quando i livelli di emoglobina glicosilata raggiungono o superano il 7,5%.

Quindi si ha bisogno di insulina se l’emoglobina glicosilata è più alta del 6,5 o del 7%, nonostante il paziente stia facendo attenzione alla sua alimentazione, svolga regolarmente esercizio fisico e prende gli ipoglicemizzanti orali con esatta precisione.

Se il diabete è già fuori controllo, i livelli di glucosio nel sangue sono superiori ai 250 mg/dl e l’emoglobina glicosilata è al di sopra del 9%, in questi casi la terapia con insulina è l’unica che possa far rientrare i livelli di glucosio nella norma.

Se si recupera il controllo del glucosio nel sangue, associando all’uso delle compresse antidiabetiche anche l’uso di insulina, per esempio del tipo ad azione lenta la sera prima di andare a dormire, è possibile che si possa sospendere l’insulina, se il diabete nel frattempo si è normalizzato.

Leggi l’e-book gratuito che ho scritto per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche

Bene  per questo articolo è tutto

Se vuoi lasciare un commento puoi liberamente farlo scrivendo nel Form che ti appare alla fine dell’articolo, oppure scrivi a

info@crescita-e-formazione.com

eupliorascuna@gmail.com

Un cordiale saluto

Salute e Benessere con le erbe medicinali

LASCIA UN COMMENTO