Il gonfiore all’addome parte 4^

1054
0

Gonfiore addominale: Acido Pantotenico

Integratori

  • Acido Pantotenico: è forse più noto come vitamina B-5; esso è presente in tutte le cellule viventi. Esso è sintetizzato nell’organismo dalla flora batterica dell’intestino; le fonti più ricche di vitamina B-5 sono il lievito di birra, il tuorlo d’uovo ed i cereali integrali. Nell’organiosmo in cui si ha una carenza di Vitamina B-5 non può avere luogo la produzione di acetilcolina, un neurotrasmettitore che trasmette messaggi ai nervi che controllano le attività motorie e secretorie dell’intestino. Recenti studi hanno messo in evidenza che l’acido pantotenico ritarda anche l’invecchiamento cellulare e la comparsa delle ruche ed inoltre, se è preso con tutte le altre vitamine del complesso B, ha un effetto positivo sul sistema immunitario. Quindi somministrato come integratore, giornalmente, l’acido pantotenico aiuta la motilità intestinale con una rapida azione antistipsi e riesce a favorire la riduzione dei gas intestinali. Si somministrano 250 mg di acido pantotenico al giorno per cicli di due mesi, due o tre volte l’anno soprattutto nei cambiamenti di stagione.

Il gonfiore addominale da squilibri ormonali

Alcune volte il gonfiore addominale può essere la conseguenza di variazioni ormonali tipiche della sindrome pre-mestruale, della sindrome pre-menopausa o della menopausa. Queste sindromi sono caratterizzate soprattutto da sintomi psichici, ma alcune ricerche scientifiche hanno messo in evidenza che le perturbazioni neuro-ormonali, non comportano solo depressione e ansia, ma determinano anche importanti ripercussioni sul corpo della donna. Non dimentichiamo, come spesso si è scritto negli articoli precedenti, che, per esempio la caduta degli estrogeni in menopausa, comporta una riduzione dei livelli di serotonina, l’ormone che è deputato a regolare il tono dell’umore: viene così anche spiegato il perchè molte donne entrano in uno stato di depressione quando i loro estrogeni si riducono. Ma la serotonina oltre ad avere un effetto centrale sul tono dell’umore, esplica anche un’azione periferica, infatti è anche un potente regolatore degli organi gastro-intestinali e delle funzioni neurovegetative, quindi ecco perchè nei periodi “particolari” della donna compare anche un gonfiore addominale, difficoltà digestive, ritenzione idrica ed aumento del peso corporeo.

LASCIA UN COMMENTO