Vuoi curare l’infezione da candida? Allora utilizza i rimedi naturali di Omeopatia

6817
0

Se anche tu soffri di infezione da candida ricorrente e non sai come risolvere il tuo problema, affidati ai rimedi naturali di omeopatia e in breve tempo risolverai il tuo problema

Infezione da candida e la cura con i rimedi omeopatici
Infezione da candida e la cura con i rimedi omeopatici

L’ infezione da candida (o candidosi) è provocata dalla candida albicans, un fungo saprofita, quindi normalmente presente in diversi distretti del corpo umano (bocca, vagina, ecc.), che in determinate condizioni può diventare patogeno, ossia causare la malattia.

La candida di solito colpisce le zone calde e umide del corpo umano, come ad esempio la bocca, provocando il mughetto, e le aree della pelle più soggette a sudorazione e umidità.

Quando la candida provoca un’infezione vaginale, questa è definita candidosi vulvo-vaginale.

L’ infezione vaginale da candida è molto comune tra le adolescenti e le donne adulte: il 75 per cento circa delle donne prima o poi nella vita sarà colpita dalla candidosi.

Nella maggior parte dei casi l’ infezione da candida può essere evitata tenendo asciutta e pulita la zona genitale, in caso d’infezione il medico può prescrivere una terapia appropriata che faccia scomparire i sintomi in 1 giorno o 2 e curi l’infezione entro una settimana.

Le Cause dell’infezione da candida

La candida, essendo un fungo saprofita, è normalmente presente in piccole quantità sulla pelle e all’interno della cavità orale, dell’apparato digerente e della vagina, senza causare alcun disturbo.

A determinare l’infezione da candida nella donna (così come nell’uomo) è la perdita di efficacia dei meccanismi difensivi.

Vediamo quali sono le cause specifiche più comuni dell’infezione da candida.

Essa può insorgere a causa di:

  • Un calo numerico dei “batteri buoni”, presenti nel corpo umano. Ciò accade, di solito, dopo un’assunzione eccessiva di antibiotici.
  • Cattiva igiene personale.
  • Un’asciugatura approssimativa della vulva e della vagina, nel caso di una donna o del pene se l’infezione da candida colpisce il sesso maschile. Infatti, dopo una doccia o un bagno si crea un habitat ideale per la proliferazione del fungo Candida albicans, che predilige gli ambienti umidi e caldi.
  • Uso di errati detergenti intimi. Saponi e gel-doccia di scarsa qualità possono irritare la vagina o il pene e favorire la moltiplicazione fungina.
  • Soffrire di AIDS o immunodepressione. In entrambi i casi, il sistema immunitario è debole e inefficace. Tale debolezza consente agli agenti patogeni di moltiplicarsi con più facilità e riduce le probabilità di guarigione.
  • Soffrire di diabete, infatti, negli individui diabetici, l’elevata quantità di glucosio nel sangue (glicemia alta) favorisce la moltiplicazione del fungo Candida albicans, poiché rappresenta una fonte importante di nutrimento.
  • Rapporto sessuale con una persona infetta. È possibile che un individuo sano, dopo un rapporto sessuale con un malato di candida, si ammali della stessa malattia.
  • Obesità. Le pieghe cutanee formate dai rotoli di grasso rappresentano un ambiente ideale per la moltiplicazione del fungo Candida albicans.

I sintomi dell’infezione da Candida

I sintomi compaiono quando la candida presente nel corpo prolifera in maniera anomala e causa un’infezione.

Ad esempio, se il sistema immunitario è indebolito a causa di una malattia o dell’assunzione di farmaci come i chemioterapici, cortisonici, antibiotici, la candida può moltiplicarsi all’interno della vagina o del pene e provocare i sintomi della candidosi.

La candida può proliferare negli ambienti umidi e bui, inoltre gli abiti (soprattutto la biancheria intima) troppo stretti o fatti di materiali sintetici come il nylon potrebbero favorire la comparsa dell’infezione.

Con lo sviluppo e la pubertà, i cambiamenti ormonali possono rendere le ragazze maggiormente soggette alle infezioni da candida: a volte esse si presentano subito prima del ciclo mestruale.

Anche le donne in gravidanza sono maggiormente soggette all’ infezione da candida, ma questa non rappresenta alcun pericolo per la gravidanza.

I sintomi variano chiaramente secondo la zona interessata.

Le infezioni vulvo-vaginali possono provocare:

  • dolore
  • prurito
  • irritazione
  • arrossamento
  • perdite vaginali grigio-biancastre
  • dolore durante la minzione
  • macchie bianche sulla pelle della zona vulvare

Le infezioni dei genitali maschili possono provocare:

  • rossore
  • piccole piaghe
  • prurito
  • bruciore

L’infezione da candida nell’uomo può manifestarsi a diversi livelli.

Essa, infatti, può interessare il pene, la superficie della pelle e la mucosa della bocca.

Quando coinvolge il pene, dà luogo a un’infiammazione particolare del glande (la parte terminale del pene), nota col termine di balanite.

Quando colpisce la pelle, comporta l’insorgenza, in determinati punti del corpo, di un’eruzione cutanea pruriginosa e caratterizzata da piccole macchie rosse.

Quando, infine, compromette la mucosa della bocca, determina il cosiddetto mughetto o candidosi orale.

Come prevenire l’infezione da Candida

Nella maggior parte dei casi, è possibile prevenire l’ infezione da candida vaginale usando saponi non profumati ed evitando gli spray o le lavande vaginali.

Per alcune donne alcuni gel da bagno, lozioni o detersivi per il bucato possono causare irritazioni che, a loro volta, possono favorire la comparsa della candidosi.

Si consiglia quindi l’uso di prodotti per l’igiene intima delicati e non profumati.

Può anche essere utile indossare biancheria intima di cotone, che non intrappola l’umidità e non impedisce la circolazione dell’aria. Sono poi fattori di rischio abiti troppo stretti e attillati o fatti di materiali acrilici (nylon) che possono intrappolare il calore e l’umidità (jeans stretti, la biancheria di nylon e i collant).

Dopo il bagno in piscina o a mare o l’esercizio fisico effettuato indossando costumi e abiti di cotone molto stretti, è importante cambiarsi velocemente il costume o l’abito umido o sudato per mettersi dei vestiti asciutti.

Le candidosi tendono a cronicizzare e a dare recidive molto frequenti.

Attenzione: le informazioni che hai letto in quest’articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto di fiducia che s’istaura tra il medico e il paziente.

Ti raccomando quindi di chiedere sempre il parere del tuo medico.

I rimedi omeopatici consigliati nella infezione da candida

  • Helonias dioica 5CH
  • Sepia 5CH
  • Calcarea carbonica 7CH
  • Kreosote 30 CH
  • Mercurius solubilis 5CH

Helonias dioica 5CH

È somministrata in caso d’infezione da candida caratterizzata da prurito vulvare che peggiora al solo toccarsi.

La sintomatologia si aggrava al contatto con gli abiti.

Spesso il prurito si avverte meno se si riesce a distrarsi in altre occupazioni.

La dose che ti consiglio è di 4 granuli da assumere 2 volte al giorno fino al miglioramento o regressione dei sintomi.

Sepia 5CH

Questo rimedio omeopatico è somministrato in caso d’infezione da candida caratterizzata da bruciori accompagnati da dolori lombari e da pesantezza al basso ventre.

Ti consiglio di assumere 5 granuli 2 volte al giorno fino al miglioramento o regressione dei sintomi.

Calcarea carbonica 7CH

Quando l’infezione da candida è caratterizzata da perdite giallastro-biancastre a volte anche abbondanti caratterizzate da bruciore e prurito, è utile somministrare Calcarea carbonica.

Solitamente si tratta di giovani donne in leggero sovrappeso, dalla carnagione pallida, con sudorazione abbondante nonostante siano freddolose.

Assumi 4 granuli 2 volte al giorno fino al miglioramento o regressione dei sintomi.

Kreosote 30 CH

In caso d’infezione da candida caratterizzata da perdite molto irritanti ed è presente un prurito molto intenso, il rimedio indicato è Kreosote.

Le perdite sono più abbondanti di giorno e si aggravano durante e dopo le mestruazioni.

Assumi 3 granuli 2-3 volte al giorno fino al miglioramento o regressione dei sintomi.

Mercurius solubilis 5CH

E’ somministrato in caso d’infezione da candida caratterizzata da perdite verdastre soprattutto notturne.

La vulva e sempre gonfia.

La dose che ti consiglio è di 3 granuli da assumere 2-3 volte al giorno fino al miglioramento individuale dei sintomi.

Importante

Associa sempre al rimedio omeopatico prescelto una monodose di Oxyurus vermicularis 200 CH, da prendere la mattina a digiuno.

Assumi anche una monodose di Candida albicans 200 CH  4-5 giorni prima o dopo l’assunzione di Oxyurus, con lo scopo di attivare le difese dell’organismo nei confronti dell’alterazione della flora batterica intestinale.

Questi sono i rimedi omeopatici più utilizzati nella terapia dell’infezione da candida.

Scegli quello più adatto al tuo caso e segui scrupolosamente le indicazioni che ti ho dato.

Vedrai che dopo alcuni giorni di terapia i sintomi dell’infezione andranno via e tu potrai finalmente tornare a vivere serenamente la tua vita di tutti i giorni.

Per caso soffri o hai sofferto anche tu di un’infezione da candida? Come sei guarita? Hai fatto uso dei rimedi omeopatici di cui ti ho parlato in quest’articolo?

Dimmelo nei commenti qua sotto e fammi sapere che risultati stai ottenendo grazie alle soluzioni naturali che ti ho appena mostrato.

Infezione da candida e la cura con i rimedi omeopaticiP.S.: Vuoi scoprire come sconfiggere le tue patologie più ricorrenti e vivere finalmente in perfetta salute? Scarica subito i 3 ebook gratuiti che ho preparato apposta per te.

Beh, corri subito a scaricarli e approfitta di questa offerta gratuita finché la lascerò disponibile.

Ti basterà compilare un semplice modulo e riceverai automaticamente gli ebook nella tua casella di posta elettronica.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

LASCIA UN COMMENTO