Ipertensione Arteriosa: Introduzione

799
0
Cuore: Ipertensione
Cuore: Ipertensione

Ipertensione arteriosa

Miei cari amici lettori, in questo articolo e nei successivi, sarà ripreso  un tema, che molti di Voi hanno richiesto di approfondire: l’ipertesione arteriosa.

Cercherò quindi, di scrivere gli articoli, in modo semplice e di essere pertanto comprensibile a tutti.

Secondo recenti dati, purtroppo, sono ben 15 milioni gli italiani che soffrono di ipertensione e di questi a sua volta circa 3 milioni non sanno nemmeno di esserlo. Quindi dobbiamo considerare l’ipertensione come una vera e propria “epidemia”, come infatti la definisce l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La pressione alta è infatti la principale causa di malattie cardiovascolari. Questa condizione patologica e spesso molto sottovalutata, infatti il 50% dei soggetti ipertesi non è sottoposto ad alcun trattamento farmacologico e  il 22% non è trattato in modo adeguato. Eppure le cure esistono e negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante: oggi infatti sono disponibili farmaci efficaci e con pochissimi effetti collaterali. Tra l’altro oggi, anche le “strategie” di prevenzione, non mancano: un’alimentazione equilibrata, l’attività fisica, le abitudini di vita sane.

Sappiamo anche che in un soggetto si può  riscontrare sia una pressione alta sia  una pressione bassa (ipotensione), ma come dice la maggioranza dei medici: la pressione più bassa è meglio è”, quindi l’ipotensione non deve preoccupare molto. Certo, è logico, in alcuni casi, causa qualche fastidio al paziente, fastidio, che però può essere risolto con alcuni accorgimenti.

Vediamo allora insieme di capire alcuni concetti di base e cioè:

  • come funziona la pressione sanguigna
  • quando e come deve essere controllata
  • cosa fare per tenerla sempre nella noma
  • come evitare piccoli o soprattutto grandi problemi.


LASCIA UN COMMENTO