La Colite: Introduzione

1013
0

Intestino: Sindrome del colon irritabile

Sindrome del colon irritabile

Il colon irritabile, detto anche IBS (irritable Bowel Syndrome)  è  un disordine della motilità intestinale  dovuto a cause sconosciute e caratterizzato da dolore addominale e diarrea o stipsi. La IBS In genere colpisce le persone di età adulta ed interessa circa il 10-20% delle persone negli Stati Uniti e in Europa e colpisce più le donne che gli uomini con un rapporto di 2:1 o 3:1.

I soggetti che presentano la IBS possono avere un’aumentata risposta motoria del piccolo e del grosso intestino con una minore tolleranza al dolore.

I cibi che aumentano i gas intestinali (vedi articoli precedenti) possono sicuramente aggravare i sintomi ed infatti, per esempio, i soggetti che sono intolleranti al grano possono presentare tutti i sintomi della IBS; anche i soggetti che fanno uso di antibiotici, di beta-bloccanti, di broncodilatatori, di farmaci specifici per il cuore, di diuretici oppure ancora di oppioidi, possono presentare i sintomi della IBS. Il tabacco e l’alcol possono sicuramente aggravare i sintomi alterando la motilità intestinale, ed inoltre il tabacco può contribuire anche ad aumentare i gas intestinali. Molti soggetti descrivono inoltre episodi acuti di stress precedenti alla comparsa dei sintomi intestinali e circa la metà di coloro che hanno la IBS ha osservato che lo stress può peggiorare i loro sintomi.

Il dolore addominale caratteristico della malattia, deve presentarsi insieme ad almeno due dei seguenti sintomi:

  • dolore è attenuato dall’evacuazione
  • variazioni nella frequenza delle evacuazioni
  • variazioni nella consistenza delle feci

Gli altri sintomi come presenza di muco nelle feci e gonfiore o tensione addominale potrebbero essere presenti, ma non son elementi sintomatologici fondamentali. E’ importante che la valutazione di questi sintomi sia fatta dal medico, che dopo un’attenta valutazione del quadro clinico del paziente, ed  aiutato da una precisa  diagnosi strumentale, escluda che si tratti di patologie con sintomi uguali alla IBS.

LASCIA UN COMMENTO