La diarrea: I rimedi naturali parte 1^

1018
0

La diarrea: I rimedi naturali

La diarrea

I rimedi naturali

Come è risaputo la diarrea è il disturbo caratterizzato da evacuazione frequenti e da feci liquide.

Può manifestarsi come malessere isolato, oppure essere accompagnata da altri sintomi come dolori addominali, flatulenza, bruciore, talvolta anche febbre o vomito.

Nei casi più gravi nelle feci possono comparire anche tracce di sangue.

La diarrea è in genere causata da un’infiammazione principalmente dell’intestino crasso, la parte che ha il compito di riassorbire l’acqua  dai residui di cibo digerito.

In conseguenza c’è un ridotto assorbimento di acqua oppure un’eccessiva secrezione di fluidi.

Comunque, il risultato è che le feci contengono una quantità smodata di liquido che l’organismo non è in grado di trattenere.

Si definisce diarrea acuta quella che insorge improvvisamente e si risolve entro breve tempo.

È un disturbo abbastanza frequente e di solito non lascia conseguenze di rilievo.

In molti casi è dovuta un’infezione da batteri, virus o parassiti.

Alcune volte la diarrea può essere provocata da un’intolleranza o da eccessi alimentari.

Una diarrea occasionale lieve può essere dovuta all’ingestione di grandi quantità di exitioli (sorbitolo e mannitolo), che sono sostituti dello zucchero e che hanno effetti lassativi.

Si definisce invece diarrea cronica quella che dura oltre le due settimane, in modo continuo o intermittente.

Le possibili cause della diarrea cronica sono varie, ma spesso essa è dovuta a una patologia infiammatoria (rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn, morbo celiaco), oppure a disturbi funzionali come la sindrome del colon irritabile.

L’importanza dell’alimentazione per riequilibrare l’organismo

Nella fase acuta della diarrea è consigliabile adottare una dieta liquida, per non appesantire l’apparato intestinale e per reidratare l’organismo.

Ci si può alimentare a base di tè, tisane, brodini o zuppe (per esempio di carote).

È utile anche assumere acqua di bollitura del riso per le sue proprietà astringenti.

Dopo la fase acuta è necessaria un’alimentazione leggera e astringente per riequilibrare l’intestino.

Quindi l’alimentazione può comprendere il riso bollito o semolino, patate e carote lesse, pane tostato, grissini, mele crude e banane.

Le patate in particolare, oltre a essere astringenti, apportano anche potassio, un sale minerale che viene perso in abbondanza a causa della diarrea.

L’importanza di reidratare il corpo

In caso di diarrea l’organismo subisce una forte perdita di liquidi,, che vengono espulsi con le feci.

La disidratazione è pericolosa soprattutto nei bambini e negli anziani, quindi è necessario assicurare al corpo una buona idratazione, bevendo acqua a temperatura ambiente e tè con limone.

Il corpo perde anche elettroliti, cioè i sali minerali che agevolano l’attività muscolare e altre importanti funzioni dell’organismo.

Per questo motivo è consigliabile bere delle soluzioni reidratanti e rimeneralizzanti.

Preparazione

  • il 1 l di acqua aggiungere
  1. quattro cucchiai di zucchero
  2. cucchiaino di sale
  3. il succo di due arance  o di un pompelmo
  4. un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • bere un bicchiere di questa soluzione reidratante dopo ogni evacuazione
  • nel caso che vi sia anche vomito o comunque risulti difficoltoso bere, i liquidi si assumono spesso a cucchiaini durante l’arco della giornata

I rimedi naturali di fitoterapia

Una bevanda utile a regolarizzare l’intestino e a combattere la diarrea si ottiene con:

  • mirtilli
  • succo di pompelmo
  • latte di riso

Come preparare il latte di riso

  • fare bollire 100 g di riso in 1 l d’acqua lentamente per due ore
  • filtrare con un colino  o una tela bianca
  • mettere in un bicchiere tre cucchiai di succo puro di mirtillo
  • prendere il succo di mezzo pompelmo
  • mischiare quindi:
  1. mezzo bicchiere di latte di riso
  2. il succo di pompelmo
  3. i tre cucchiai di succo puro di mirtillo
  • mescolare bene e bere subito dopo un attacco di diarrea oppure come spuntino durante la fase acuta.
  • Questa preparazione serve anche per prevenire gli attacchi di diarrea

Umeboshi:

Sono i frutti della pianta ume,  originaria della Cina e  sono comunemente chiamate “prugne” anche se sono più simili alle albicocche.

Questi sono ricchi di acido ciclico, calcio, ferro e fosforo. Contengono inoltre sostanze naturali batteriche.

Gli umeboshi vengono consigliati come il rimedio per depurare, combattere la stanchezza, contrastare l’invecchiamento e molte altre proprietà salutari, tra le quali anche la capacità di contrastare la dissenteria, la diarrea e disturbi intestinali.

N.B.:

Notizie, preparazioni, ricette, suggerimenti per la cura della diarrea che sono contenuti in questo articolo hanno carattere puramente informativo e non vogliono assolutamente sostituire la figura importante del medico naturopata.

Leggi l’e-book gratuito che ho scritto per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico  prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche

Bene  per questo articolo è tutto

Se vuoi lasciare un commento puoi liberamente farlo scrivendo nel Form che ti appare alla fine dell’articolo, oppure scrivi a

info@crescita-e-formazione.com

eupliorascuna@gmail.com

Un cordiale saluto

Salute e Benessere con le erbe medicinali