L’insufficienza venosa

1115
0

L'insufficienza venosa

Insufficienza venosa

Varici

Per insufficienza venosa si intende un anomalo funzionamento del sistema venoso e la causa è da ricercarsi in un indebolimento delle pareti delle vene, quindi la vena diventa più debole e presenta grosse difficoltà a riportare il sangue al cuore.

Il sangue, pertanto, rallenta il suo decorso, le vene si dilatano ed il paziente avverte la classica senzazione di bruciore, di pesantezza e di gonfiore alle gambe: è a questo punto che possono presentarsi le varici.

Molti di voi potrebbero porsi una logica domanda: E’ possibile prevedere se un soggetto è a rischio e quindi prima o poi soffrire di insufficienza venosa perferica e di conseguenza di varici?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo fare alcune considerazioni:

  1. l’insufficienza venosa è ereditaria, pertanto, anche se uno soltanto dei genitori soffre o ha sofferto di problemi circolatori agli arti inferiori, le probabilità che venga trasmessa ai figli sono quasi del 50%, percentuale che però purtroppo sale fino all’80% e più se trattasi di entrambi i genitori.

  2. Vi sono anche dei fattori secondari coinvolti nella comparsa dell’insufficienza venosa come per esempio l’alimentazione e l’esercizio fisico. Pertanto anche le nostre abitudini di vita “sbagliate” influiscono in modo significativo. Ed allora il miglioramento del nostro stile vita e le cure naturali possono senz’altro prevenire la comparsa del problema o, nel caso questo sia già presente, possono senz’altro migliorare la qualità della vita dell’individuo che ne soffre.

Come è risaputo le vene del nostro corpo riportano il sangue dalla periferia al cuore e fanno parte dell’apparato circolatorio, che svolge, mediante dei grossi vasi, le arterie, un compito importantissimo, che è quello di portare ossigeno a tutti i tipi di cellule del corpo, quindi ai tessuti e agli organi.

Questo avviene attraverso due tipi di vasi, e cioè, le arterie di calibro più grande, e le arteriole, di diametro molto più piccolo, che a sua volta si diramano per trasportare le sostanze nutritive e l’ossigeno in tutti i settori del nostro organismo.

Tutto l’apparato circolatorio è regolato dal cuore, un muscolo importantissimo per la vita, che pompa continuamente sangue per permettere a tutte le celluile degli organi e dei tessuti di funzionare correttamente.

Si capisce pertanto che tutte le cellule dipendono dal buon funzionamento della pompa cardiaca per potere essere nutrite e quindi svolgere le loro fisiologiche funzioni.

Dopo avere nutrito le cellule, il sangue ritorna al cuore, attraverso la vena cava superiore e la vena cava inferioore; dal cuore poi il sangue arriva ai polmoni, dove si ossigena, e ritorna al cuore, da cui riprende il suo viaggio attraverso tutto l’organismo.

Le vene delle nostre gambe, dal punto di vista anatomico si dividono in due grandi reti:

  • La Rete venosa profonda, che è responsabile del sangue che ha irrorato i muscoli delle gambe e che riconsegna al cuore circa il 90% del sangue

  • La Rete venosa superficiale, che invece veicola verso il cuore la rimanente parte, cioè circa il 10% del sangue. E’ proprio nella rete venosa superficiale, formata dalle vene Safena interna, Safena esterna e dalle vene perforanti, che, si manifestano le varici.

Visita un altro post che ho scritto sulle varici

Leggi l’e-book gratuito che ho scritto per avere maggiori informazioni sul Protocollo Terapeutico prevenzione e cura delle varici e delle gambe stanche

Bene  per questo articolo è tutto

Se vuoi lasciare un commento puoi liberamente farlo scrivendo nel Form che ti appare alla fine dell’articolo, oppure scrivi a

info@crescita-e-formazione.com

eupliorascuna@gmail.com

Un cordiale saluto

Salute e Benessere con le erbe medicinali

LASCIA UN COMMENTO