Scopri i 3 migliori rimedi omeopatici per combattere le papule e le pustole

2135
0

Non sarebbe straordinario se le papule e le pustole del tuo viso migliorassero fino a non vedersi quasi più?  

Papule e Pustole: i rimedi omeopatici utilizzati per combatterle
Papule e Pustole e i rimedi omeopatici

Se nel tuo viso sono presenti le papule e le pustole sicuramente stai vivendo in una condizione di stress continuo.

Quante volte ti sei messa davanti allo specchio cercando di strizzare quei “maledetti foruncoli”, ma senza alcun risultato.

Anzi purtroppo ti accorgi che più cerchi di eliminarli e più se ne formano in altre parti del viso.

Spesso ti chiedi perché questo odioso inestetismo si accentui nel periodo pre-mestruale per attenuarsi subito dopo le mestruazioni.

E allora stanca ed esasperata ti fai questa domanda:

Ma perché questi brufoli sono comparsi proprio a me?

Sei diventata anche invidiosa di quelle tue amiche che hanno la pelle del viso liscia e luminosa come se fosse di seta.

Sei nervosa, irascibile, tratti tutti male, e mandi a quel paese anche il tuo ragazzo quando ti dice che sei “ugualmente bella”.

Succede così anche a te vero?

Stai serena perché tra poco scoprirai anche tu quali sono i rimedi naturali che ti aiuteranno a migliorare le papule e le pustole del tuo bel viso.

Leggi l’articolo fino in fondo e ti accorgerai che, seguendo i consigli che ti darò, i risultati non tarderanno ad arrivare.

Vediamo cosa sono e perché si formano le papule e le pustole

Per prima cosa devi sapere che l’origine delle papule e delle pustole è determinata da una patologia della pelle che in medicina è chiamata acne.

Le papule acneiche sono lesioni solide, rilevate della superficie cutanea, dovute all’infiammazione che si forma attorno al follicolo pilifero e all’infiltrazione, più o meno profonda, che avviene nella cute circostante.

Le papule sono intensamente eritematose e con un diametro inferiore a 1 cm e non contengono pus.

Alle papule di norma si associa la seborrea.

Le pustole, invece, sono lesioni acneiche più gravi e deturpanti.

Esse sono dovute all’azione di germi e insorgono su precedenti papule.

Le pustole sono costituite da una raccolta di essudato purulento (pus), più o meno profonda, di colorito giallo-grigiastro, che solleva la superficie cutanea in un rilievo circoscritto.

I comedoni (punti neri), che caratterizzano l’acne, sono spesso lo stadio iniziale del processo che porta alla formazione delle pustole.

In base all’essudato purulento si possono distinguere:

  • pustole purulente (contaminate da batteri o altri microrganismi)
  • pustole sterili (derivanti da una forma particolare di psoriasi)

In certi casi le pustole possono essere provocate anche da alcuni alimenti, da cosmetici, da saponi e da altri prodotti verso i quali si può essere allergici, oppure possono essere dovute a intolleranze alimentari.

Queste cause dovrebbero sempre essere prese in considerazione eseguendo degli esami specifici utili per fare un’esatta diagnosi.

I rimedi omeopatici consigliati per il trattamento delle papule e delle pustole

  • Eugenia Jambosa 5CH
  • Kalium bromatum 5CH
  • Natrium chloratum 5CH

Eugenia Jambosa 5CH

Questo rimedio omeopatico puoi usarlo in caso di acne giovanile in cui sono presenti sia le papule che le pustole, che sono dolenti al tatto e che si aggravano nelle donne pima dei flussi mestruali.

Kalium bromatum 5CH

Se la tua pelle del viso è grassa e hai un’acne con pustole scure localizzate sul dorso, viso e torace, in questi casi ti consiglio di utilizzare Kalium bromatum.

Natrium chloratum 5CH

Questo rimedio omeopatico è somministrato quando sono presenti papule eritematose vicino all’attaccatura dei capelli.

Posologia

È consigliato assumere 5 granuli del rimedio prescelto in ragione di 2 volte al giorno fino al miglioramento dei sintomi.

Qualora il numero delle papule e delle pustole presenti sul viso sia elevato, ti consiglio di abbinare al rimedio omeopatico prescelto l’assunzione del macerato glicerico di Junglans regia 1 DH in ragione di 30-40 gocce due volte al giorno, e dell’oligoelemento manganese-rame in ragione di 1 fiala la mattina a digiuno.

Utilizza una crema naturale per il trattamento locale delle papule e delle pustole

Ti suggerisco di applicare sul viso una crema a base di prodotti naturali che va utilizzata sulla pelle pulita, possibilmente dopo un bagno o una doccia calda, perché così i pori della pelle sono pronti a ricevere il rimedio naturale.

Questa crema deve contenere delle erbe e delle piante i cui principi attivi svolgano un’azione protettiva sui capillari, ed effetti antinfiammatori, astringenti e rinfrescanti sulla pelle del viso.

Le erbe più utilizzate sono:

Bardana (Arctium lappa)

E’ il rimedio naturale più indicato per il trattamento dei disturbi legati all’acne.

La bardana, grazie ai suoi principi attivi, promuove un’attività depurativa, decongestionante, antibatterica e antimicrobica.

Inoltre, essendo la pianta ricca di mucillagini, possiede un’azione rinfrescante.

Ippocastano (Aesculus hippocastanum)

Ti consiglio di mettere sul viso la crema a base di Ippocastano per decongestionare la pelle infiammata e acneica.

Inoltre l’estratto di Ippocastano stimola la micro-circolazione migliorando la funzionalità dei capillari, con un’azione vaso costrittiva.

Biancospino (Crataegus monogyna)

Questo rimedio naturale è inserito in una crema anti-acne principalmente per le sue proprietà antinfiammatorie.

Amamelide (Hamamelis virgiliana)

E’ un rimedio naturale che puoi utilizzare per la sua azione antiflogistica (diminuisce l’infiammazione), vasocostrittrice e cicatrizzante.

Aloe vera

Il gel puro di aloe vera al 99% è ottimo per l’acne, poiché ha un’azione antinfiammatoria, e rivitalizzante.

Se tu, come tutti i soggetti affetti da acne, tendi a graffiarti la pelle e provochi una piccola fuoriuscita di sangue con una conseguente formazione di una piccola crosticina, in questo caso il gel puro di aloe agisce come un buon cicatrizzante.

Le creme e il gel che contengono i principi attivi di queste erbe e piante medicinali favoriscono la chiusura dei pori, mantengono la pelle tonica (elastica) e la proteggono perché creano una leggera patina che funge da barriera contro i batteri e i fattori ambientali.

Inoltre, con il loro utilizzo è facilitata la normalizzazione della produzione di sebo cutaneo.

Fai attenzione: le notizie, le preparazioni, le ricette, i suggerimenti per la cura delle papule e delle pustole, che sono contenuti in questo articolo hanno carattere puramente informativo e non vogliono assolutamente sostituire la figura importante del medico.

Ultime raccomandazioni

Bene, ora conosci anche tu quali sono i rimedi omeopatici migliori per combattere queste “maledette” papule e pustole.

Segui con attenzione i consigli che ti ho dato e inizia subito un percorso che ti poterà a vincere una battaglia che fino ad ora hai sempre perso.

Sarai incredula quando vedrai che le papule e le pustole che oggi ti provocano una profonda frustrazione piano piano si vedranno sempre meno e tu potrai tornare a vivere la tua vita senza stress.

Se questo post ti è piaciuto, condividilo subito sui Social Network in cui sei iscritta.

Sicuramente farai un’azione gradita a tutti i tuoi amici per avere svelato come combattere le papule e le pustole del viso con i rimedi naturali.

Ti do appuntamento al prossimo articolo,

Un saluto

Papule e PustoleP.S.: Vuoi scoprire come sconfiggere le tue patologie più ricorrenti e vivere finalmente in perfetta salute? Scarica subito i 3 ebook gratuiti che ho preparato apposta per te.

Beh, corri subito a scaricarli e approfitta di questa offerta gratuita finché la lascerò disponibile.

Ti basterà compilare un semplice modulo e riceverai automaticamente gli ebook nella tua casella di posta elettronica.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

LASCIA UN COMMENTO